Genitori e figli hanno, per ovvio fatto anagrafico, un linguaggio differente, e non è mai facile, né scontato, conciliare i loro codici comportamentali e decisionali, spesso agli antipodi. Nasce così un ADV che ha come target sia i ragazzi che vogliono frequentare un corso di lingua all’estero ma anche i loro genitori, che li devono supportare nella loro scelta.

La dicotomia degli opposti linguaggi viene così superata dall’univocità del significato del messaggio in chiave transgenerazionale. E tu, come te la cavi con i “centennials”?